_______________________________________________________

 

E Yahuwah mi disse: “C'è una cospirazione tra gli uomini di Giuda e tra gli abitanti di Gerusalemme.” - Geremia 11:9

 

  Vi hanno mai dato del pazzo cospirazionista? O forse vi è capitato di incontrarne qualcuno? Comunque sia, sono sicuro che conoscete il tipo.

Molti di questi cospirazionisti passano ore e ore a spulciare le pagine della storia. Leggono relazioni infinite per cercare qualche ragione plausibile dietro gli sconvolgenti eventi mondiali. Secondo i cospirazionisti, questi grandi eventi possono essere stati orchestrati solamente da qualche elite segreta in posizione di potere. Una volta risolto il caso, il teorico della cospirazione sarà unanimemente giudicato un lunatico, dal momento che la maggior parte della società – inclusi i suoi vicini più prossimi – lo riterranno non solo un paranoico irrazionale, ma anche una persona del tutto male informata. Fatto sta che ogni tanto uno di questi se ne viene fuori con qualche nuova prova a dimostrazione della propria teoria.

  Avrete sicuramente sentito parlare di alcune di queste cospirazioni: l'assassinio del presidente J. F. Kennedy, la cosiddetta Area 51, l'attentato alle torri gemelle dell'11 settembre, il tutto collegato a società segrete come la Skull and Bones, gli Illuminati, i Gesuiti, i Massoni ed il Nuovo Ordine Mondiale.

Eppure esiste una cospirazione che è così antica e segreta che per scoprirla dobbiamo tornare indietro letteralmente all'alba dei tempi. Vedete, le cospirazioni non sono niente di nuovo. Le Scritture contengono ventuno versi che trattano di cospirazione, mentre altri quattordici versi trattano di complotti.

  Ciò che rende questa cospirazione completamente diversa dalle altre è che riguarda un evento che contiunua a verificarsi da miriadi di anni; che viene letteralmente tramandato da una generazione all'altra.

  Innumerevoli persone sono morte per avere esposto e rivelato questa falsità. Tristemente, molte altre sono destinate a seguire la loro stessa sorte.

Quale potrà essere questa cospirazione che ha causato così tante morti nell'arco di migliaia di anni e ne causerà altrettante nell'immediato futuro?


“Chi è salito in cielo e ne è ridisceso? Chi ha raccolto i venti nel Suo pugno? Chi ha racchiuso le acque nella sua veste? Chi ha stabilito tutti i confini della terra? Quale è il Suo nome e il nome di Suo Figlio? Lo sai tu?” - Proverbi 30:4


 
Gli antichi cospiratori hanno cercato di rimpiazzare, cancellare e occultare il nome del Creatore e di Suo Figlio, mentre minacciavano e assassinavano chiunque pronunciasse questi due nomi. Yahuwah parlò tramite il suo servo, il profeta Ezechiele, per avvertire il popolo che c'era una cospirazione tra i profeti che avevano rubato cose preziose.

 

“In lei (Gerusalemme) i suoi profeti cospirano; come un leone ruggente che sbrana la preda, costoro divorano la gente, pigliano tesori e cose preziose, moltiplicano le vedove in mezzo a lei.” (Ezechiele 22:25)

  Il nome sacro di Yahuwah cominciò ad essere soppresso ai tempi del profeta Amos (6:10) e ai tempi del grande profeta Elia.

Siete mai andati a vedere un incontro di boxe a Madison Square Garden? Io no, ma immagino quanto possa essere eccitante fare il tifo per il pugile che si sostiene. Cerchiamo per un attimo di immaginare come si doveva sentire il profeta Elia quando si mise contro i  450 profeti di Baal e i 400 profeti di Asherah (1 Re 18:19). Un solo profeta di Yahuwah contrapposto contro molti. Davvero, se Yahuwah è con noi, chi può essere contro di noi?


  Questo non fu un raduno di poco conto, ma un evento grandioso, con tutta Israele raccolta sul monte Carmelo. “Quindi invocate voi il nome del vostro dio, ed io invocherò il nome di Yahuwah. E l'Elohim che risponderà con il fuoco, quello sarà il vero Elohim.” - 1 Re 18:24.


  L'evento sarebbe durato diverse ore. Se una cosa del genere fosse avvenuta ai nostri tempi, è molto probabile che la TBN o qualche altra religione universale pagana sarebbe stata l'ospite. Ci sarebbero stati milioni di fedeli in preghiera, inginocchiati sul pavimento di casa. Altre migliaia avrebbero digiunato. Tutti gli occhi sarebbero stati incollati agli schermi dei computer, o ai nuovi schermi televisivi digitali HD. L'evento sarebbe stato trasmesso in mondovisione e avrebbe riecheggiato da ogni altoparlante. Le strade si sarebbero svuotate.


  Le mega-chiese di tutto il mondo avrebbero partecipato.


  Tutte le piccole controversie sarebbero state messe da parte, mentre tutto il mondo avrebbe pregato affinchè ha-Baal-gad (il dio-Signore, Giosuè 11:17) facesse piovere del fuoco dal cielo. Penso che un trucco del genere non riuscirebbe neanche a David Copperfield.


  Tuttavia, il grande impostore, con l'aiuto dei moderni ologrammi e dei potenti laser riuscirebbe probabilmente ad ingannare la gente. Milioni di persone potrebbero essere facilmente persuase di vedere segni e prodigi di fuoco discendere dal cielo (Apocalisse 13:13).


  A quei tempi c'era solo il profeta di Yahuwah, Elia, contro i profeti pagani del dio Baal-gad (il dio-Signore), senza la tecnologia moderna. Le Scritture ci dicono che i profeti di Baal cominciarono ad invocare il nome di Baal dalla mattina presto. Le loro voci divennero sempre più forti nel gridare “O Baal, rispondici!”. Tutto questo fu intensificato, al punto  che essi si praticarono dei tagli sul corpo e urlarono sempre più forte, danzando in un frenetico bagno di sangue. Guardavano, controllavano, aspettavano...ma era ormai sera e ancora non c'era stata risposta da parte di Baal. Che delusione, dopo tante aspettative.




---------------------------------------

“Hanno essi in mente, questi
profeti che profetizzano menzogne, questi profeti dell'inganno del loro cuore, pensano forse di far dimenticare il mio nome al mio popolo con i loro sogni che si raccontano l'un l'altro, come i loro padri dimenticarono il mio nome per Baal?”
- Geremia 23:26-27

  Dopo un'intera giornata di simili amenità, l'umile profeta di Yahuwah si mise a pregare. Fu allora che immediatamente e improvvisamente l'Onnipotente di Israele udì la preghiera del Suo servo. Questo profeta non ebbe bisogno di praticarsi tagli sul corpo o di danzare, si limitò semplicemente a pregare! Il fuoco di Yahuwah discese dal cielo e consumò il sacrificio! Wow....se avessimo potuto vedere le loro facce! Che timore reverenziale deve avere ispirato una tale visione! A conclusione dell'evento i figli di Israele avevano potuto vedere con i propri occhi che il nome dell'Onnipotente di Israele non è Baal-gad, ma Yahuwah (1 Re 18:26-29).


  In contrasto con quanto è scritto, per cui il popolo di Israele doveva essere un popolo diverso e separato dagli altri, i figli di Israele desideravano integrarsi con le nazioni pagane che esistevano attorno a loro. Per questo adottarono il culto del pagano Baal/Signore (Osea 2:16 KJV). Questo causò la cancellazione del nome di Yahuwah, in violazione del terzo comandamento (Esodo 20:7). Il suo nome prezioso finì per essere sostituito con quello di Baal/Signore, proprio come era stato profetizzato: “Hanno essi in mente, questi profeti che profetizzano menzogne, questi profeti dell'inganno del loro cuore, pensano forse di far dimenticare il mio nome al mio popolo con i loro sogni che si raccontano l'un l'altro, come i loro padri dimenticarono il mio nome per Baal?” - Geremia 23:26-27



 
Ha-Shem (il Nome) poteva essere pronunciato solo dal sommo sacerdote una volta all'anno durante la festa di Yom Kippur (il giorno dell'espiazione).


  La decisione fu presa e proclamata: chiunque avesse pronunciato il Nome (ha-Shem) al di fuori del sacerdote sarebbe stato colpevole di blasfemia.

Secondo la tradizione, ha-Shem (il Nome) poteva essere pronunciato solo dal sommo sacerdote una volta all'anno durante la festa di Yom Kippur (il giorno dell'espiazione).

La pena per chiunque infrangesse questo comandamento fatto dall'uomo era la morte!

La gerarchia del Sinedrio Ebraico (un organo in cui convergevano il potere religioso e quello politico) usava l'intimidazione. Per intere generazioni il tribunale riuscì a incutere nei cuori il terrore di pronunciare il Nome.


  Ma stava arrivando il giorno in cui un uomo avrebbe infranto la tradizione degli anziani pronunciando apertamente ha Shem (il sacro nome). Egli avrebbe proclamato alla gente il nome di Yahuwah! Non appena iniziata la sua missione, Egli sovvertì la tradizione religiosa dei suoi tempi. Egli annunciò coraggiosamente il santo Nome: «Lo Spirito di Yahuwah è sopra di me, perciò mi ha unto per portare la Buona Notizia (Besorach) ai poveri; mi ha mandato per annunciare la liberazione ai prigionieri e il recupero della vista ai ciechi; per rimettere in libertà gli oppressi, per proclamare l'anno accettevole del Signore». - Luca 4:18-19.


Mentre questo giovane Giudeo leggeva il profeta Isaia, molti erano stupiti poiché egli pronunciava apertamente il nome di Yahuwah, contravvenendo alla tradizione degli anziani.


  Quel giorno tutti gli occhi della congregazione erano fissi su di Lui (Luca 4:21).


  Essi erano pieni di rabbia. Ma chi credeva di essere, quest'uomo chiamato Yahushua, come si permetteva di andare contro l'ordine prestabilito? Erano così infuriati che tentarono di ucciderlo quello stesso giorno (Luca 4:28-29).


  Lo scopo principale per cui Yahushua era stato inviato dal Padre era redimere l'umanità ed espiare i peccati del mondo; in questo modo Egli divenne il nostro Agnello Pasquale, Sommo Sacerdote e Re. Durante il suo ministero, la sua missione fu di dare gloria a Yahuwah, e non a Baal (il Signore). Ci furono occasioni in cui soffrì molto e incontrò molte resistenze da ogni lato.


  Nonostante questo, continuò a viaggiare in diverse città e paesi. Andò anche nella capitale (Gerusalemme), per restaurare la conoscenza del nome di Yahuwah: “Io ho manifestato il tuo nome agli uomini che tu mi hai dati dal mondo; erano tuoi e tu me li hai dati; ed essi hanno osservato la tua parola.- Giovanni 17:6.

L'autorità religiosa del suo tempo gli diede severi ammonimenti a non far pronunciare ai suoi seguaci il nome di Yahuwah. Gli dissero, “Maestro, sgrida i tuoi discepoli!” - Luca 19:39


  Ma Yahushua rispose loro: «Vi dico che se anche costoro tacciono, grideranno le pietre. » - Luca 19:40. Questo fece infuriare il Sinedrio. Chiaramente Yahushua onorava il nome del Padre, e lo stesso facevano i suoi discepoli.

Quando Yahushua fu portato in tribunale davanti alle autorità religiose, il Sommo Sacerdote gli domandò «Sei tu il Figlio del Benedetto?» - Marco 14:61. Il sacerdote stava evitando di pronunciare il Nome di Dio. Yahushua gli rispose in questi termini: «Lo sono; e vedrete il Figlio dell'uomo, seduto alla destra della Potenza, venire sulle nuvole del cielo.» - Marco 14:62.


  Dal momento che stava citando il Salmo 110 è molto probabile che rendesse nuovamente gloria al nome del Padre pronunciandolo apertamente. Il Sommo Sacerdote allora si stracciò le vesti e annunciò che Yahushua aveva a tutti gli effetti commesso blasfemia ed era quindi colpevole, meritevole della pena di morte (Marco 14:63-64).

Dopo che Yahushua fu crocefisso, le autorità ebbero un problema ancora più grande: i suoi discepoli pronunciavano apertamente il nome di Yahuwah. Stefano prese il suo legno e seguì le orme del suo Maestro, proclamando il nome di Yahuwah. Il risultato fu che anche lui fu riconosciuto colpevole di blasfemia. Fu quindi lapidato, come raccontato in Atti capitolo 6 e 7.

 

“Guai a voi, dottori della legge, perché avete portato via la chiave della scienza! Voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare l'avete impedito.”
- Luca 11:52.


  Che cosa avevano portato via costoro? Il Nome! Per tre volte nelle scritture il Messia ci dice “Io sono venuto nel nome del Padre mio, e voi non mi ricevete; se un altro verrà nel suo proprio nome, quello lo riceverete.” - Giovanni 5:43. Le altre due volte si trovano in Giovanni 17:11-12.

Ora che sappiamo che il Messia porta in sé il nome del Padre, c'è da stupirsi che anche il prezioso e santo nome del nostro Salvatore Yahushua sia stato cancellato allo stesso modo? Naturalmente questo è proprio quel che è successo. Un altro è venuto nel suo proprio nome ed ha causato molta confusione. Satana odia il nome del Padre e del Figlio. Quello spirito è il grande simulatore che vuole per sé tutta la gloria. Ha usato ogni mezzo per tenere questi due nomi nascosti e lontani dalla gente.

Dal momento che ci viene detto “Il mio nome è in Lui” (Esodo 23:21) sappiamo che il Figlio porta il nome del Padre. Si deduce chiaramente da quanto detto che Yahushua porta effettivamente il nome di suo Padre all'interno del suo. E' altrettanto evidente che non c'è nessuna somiglianza tra i nomi “Yahuwah” e “Gesù”. Molti sostengono che Dio è il padre e Gesù è il figlio. Ma neanche le parole Dio e Gesù si assomigliano, né tantomeno Signore e Gesù.

La questione non è solo se le scritture messianiche fossero scritte in ebraico, greco oppure in aramaico perchè un verso nel Libro degli Atti ci dice chiaramente in che lingua era pronunciato il nome del Messia: “Tutti noi cademmo a terra, e io udii una voce che mi disse in lingua ebraica: "Saulo, Saulo, perché mi perseguiti? Ti è duro ricalcitrare contro il pungolo". Io dissi: "Chi sei, Signore?" E il Signore rispose: "Io sono Yahushua, che tu perseguiti.” - Atti 26:14-15.




La lingua parlata dal Messia e udita da Saulo è la lingua ebraica. I cospiratori hanno disperatamente tentato di oscurare il nome del Messia dando al Salvatore ebreo il nome greco di Iesous, in onore della divinità pagana di Zeus. Si, è vero, per gli antichi greci Zeus era la divinità suprema. Zeus era considerato il sole invitto, la divinità del cielo e del sole. Zeus significa “risplendere”. Secondo il libro di Alexander Hislop “Le Due Babilonie”, a pag. 72,
“è un fatto piuttosto risaputo che i Greci adoravano occasionalmente il dio supremo con il titolo di 'Zeus il Salvatore'.”


 


  Nella versione della Bibbia di King James del 1611, il nome del profeta Elisha è tradotto come Eliseo (=Elizeus=Zeus è il signore). So che è scandaloso, ma ricordatevi che vi ho detto che questa cospirazione va avanti da innumerevoli generazioni. La maggior parte delle Bibbie KJV moderne utilizza ora il nome El-i-se'us, che significa pur sempre la stessa cosa che Eli-zeus. Ed il nome Jesus si pronuncia in spagnolo come Heysous. Ricordiamo che Hesus era adorato dai druidi.

La cospirazione continua fino ai nostri giorni. Proprio come ho sottolineato in un mio articolo sull'inaugurazione della presidenza di Barack Obama, il sig. Rick Warren (un membro del Council of Foreign Relations) ha pregato di fronte a tutto il mondo. In conclusione della sua preghiera egli ha menzionato i seguenti nomi: Yeshua, Isa (Essa), Hey-Zeus, e Jesus.


 
  Il gioco dei nomi è finito e smascherato! Ecco quale è il mio desiderio, quello di far vedere le tenebre per quello che sono. In questo processo la mia speranza è che nelle vostre menti si accenda la scintilla del ragionamento. Attenzione, le mezze verità sono menzogne. Meditate su quanta gente sia indotta a invocare il nome di Jesus (Hey-zeus). Nel farlo, senza saperlo questi invitano quello spirito maligno nel loro tempio (il loro corpo). E di conseguenza profanano il tempio. Ricordate, fu quando il Messia disse a Giuda di fare quel che doveva fare che quest'ultimo fu posseduto da Satana. Tutti quelli che invocano il nome di Gesù (Hey-Zeus) o del Signore Dio (Baal-gad) devono pentirsi e mettere fine a tutto questo nel nome di Yahushua. La cospirazione volta ad occultare il nome del Creatore, Yahuwah, e di suo Figlio, Yahushua è SMASCHERATA! In questi tempi oscuri stanno gridando anche le pietre. La domanda è: “Riusciamo a udire?”


  Cari amici, è chiaro che è in atto una cospirazione perchè non si pronunci il nome di Yahuwah e di suo figlio Yahushua! Lo stesso spirito anti-messia che è in atto oggi era già presente nelle autorità e gerarchie religiose e politiche di tanti anni fa. Come costoro si servirono dei pagani per crocifiggere il Messia, così al tempo stesso tentarono di impedire ai discepoli di parlare nel nome di Yahushua. I governanti, gli anziani, il Sommo Sacerdote, i dottori della legge e i Sadducei erano tutti infuriati perchè i primi discepoli predicavano nel nome di Yahushua. I discepoli furono arrestati (Atti 4:3) e perfino minacciati (Atti 4:17-18) affinchè non pronunciassero il nome di Yahushua. Quando Paolo fu condotto davanti al tribunale, ed accusato di essere l'istigatore del gruppo, l'intera questione fu intorno alla legge degli ebrei, a parole e a nomi (Atti 18:14-15). Proprio come il nome di Yahuwah fu sostituito con il nome di Baal (Signore), allo stesso modo fu sostituito il nome del Figlio.

Poiché, come sappiamo da Ecclesiaste, non c'è nulla di nuovo sotto il sole, oggi le cose stanno esattamente come un tempo.

Molti veri figli di Israele vogliono rendersi graditi ai più, e quindi viene perpetuata l'usanza dell'uso pagano di Baal/Signore e la cospirazione continua. Ancora una volta, a breve, i cospiratori cercheranno di mettere a tacere questi due nomi attraverso le Leggi Noachite.


«Fino a quando zoppicherete dai due lati? Se Yahuwah è Dio, seguitelo; se invece lo è Baal, seguite lui
.» - 1 Re 18:21

 

 

________________________________________________________

Ritorno Agli Insegnamenti




________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

     
(C) 2011-2012 http://Italiani.FollowersofYah.com

Seguaci di Yah
P.O. Box 1701
Trout Creek, Montana
59874-1701 U.S.A.